La persona e il verbo amare sono strettamente connesse. Amiamo le persone che ci sono vicine da prima della nascita a dopo la morte. Sono dedicate al ciclo della vita le poesie di questo capitolo. Un’attenzione particolare alla femminilità e alle storie del corpo di donna. La persona: la nascita – gli affetti parentali – l’eros e l’istinto vitale– la femminilità – la terza età – la dipartita.

MIsvelo
Punta d’argento di Antonella Cappuccio

Mi svelo ma in animo nuda


un poema condotto come un’inchiesta durata dieci anni. Novanta donne raccontano in prima persona una storia del proprio corpo. Narrazioni in versi che non celano nulla delle sensazioni femminili. (vedi la pagina)

Mi svelo ma in animo nuda
degli occhi tuoi ciechi di maschio
reprimi quel lampo rapace
che muove dal sesso la febbre
per render feconda la specie
quel gesto d’amore è crudele
se ignora che dentro il ventre
le gole di donna son canto
contemplale e dona rispetto.

(avvertenza al lettore)

da sola non libero voglia
complessi mi toglie il suo assenso
la frase mi ha aperto la porta…

(dal canto XIV)


 La cicala ha un violino filastrocche e ninnananne da varie opere

 La cicala ha un violino – Cigola ciagola – Corro a rotelle – Bambemelek – Canzone tin ton ton – Ninna nel bosco – Arrivano i passeri – Cometa azzurrina – Il micio mangia il riso-  Io gioco con il mondo – Tommasino e la luna – Tingentin – Ninna  per dormire – La favola è voce – La voce –- Lupo Lullo

La cicala ha un violino
è un tamburo il ciabattino
ciuccia mamma il vitellino
fa un acuto l’asinello
dormi bimba dormi bella
ecco il re col suo mantello
la campagna canta piana
fischia il ghiro nella tana
scorre allegra la fontana
la civetta è sul castello
dormi bimbo dormi bello
ecco il re col suo mantello
trilla il grillo sotto i tigli
tutti ronfano in giacigli
c’è silenzio tra i conigli
rana gracida in ruscello
dormi bimba dormi bella
ecco il re col suo mantello
ninna nanna nanna ninna
da Il canto è un senso di amore


Luciano Gaspari Nasce Lucilla da Il filo di lana

Nasce Lucilla
Scintilla da notte uterina
proietta un grido materno
groviglio scarlatto
è smorfia vitale
urlata l’angoscia di esistere sola.
Destino di donna
con parto dolore
semanti te stessa


Il primo sguardo
dalla nascita alla coscienza

Nasce Lucilla – Nasce Lucrezia – Chicco di pepe – Leonardo tenero odore – Edvard Nascere al mattino – Lucio –  Stupore
Altro da me – Ti attendo e sei in me – In me io l’accolgo – –Il banco occupato Cerco la madre – augurio di madre- una figlia e niente altro- Quel pugile mio padre – Mio padre ragazzo

epitalami e coniugalità
La cesta dei corpi intrecciati Il tempo degli sposi – Verso le nozze – Preghiera degli sposi – Incontro degli sposi – Matrimonio ebraico a Venezia – Quel bacio ripreso in tivù.


Altro da me
Non sono più solo
nuovo me stesso
mi sei affidato e andiamo per mano
Mi interroghi fingendo innocenza
nascondi certezze labre intuizioni.
Desiderio di simile
mi scruti dal tuo profondo
appena iniziato e già diverso
altro da me.

da Il filo di lana


Femminili creature
brevi ritratti di donna simili a uno schizzo a matita, tratti da Il filo di lana e successivi

L’orto dell’aurora coreodramma – avventura metropolitana di un gruppo naturalista di ragazze

Penombra dell’eros momenti, sensazioni, emozioni

La siepe si allunga in penombra passo a due di un incontro casuale

Il filo di lana
Porti in volto i segni del soffrire
patente incertezza
di abbandonare l’isola nota
dove adolescente
hai toccato il sapore del miele.
Rimediti sapendo di amare
qualcosa che adesso è già ieri
perdendo gli amici
e gli angoli vuoti di amaro
chiedendo perché non riuscivi a trovare
quel filo di lana
che ora disperi di avere.

Luciano Gaspari Infinire da Il filo di lana


BRUNO PROSDOCIMI Ritratto di Bruni 1985
Longevità femminileAntonio Brunihttps://youtu.be/33qs3XIlmGU
In corsa il cervelloAntonio Brunihttps://youtu.be/CFiFnfz5LH0

Manuale dell’argentea allegria

Serenità degli anziani da UnoMattina e successivi
Anticipo la pensione? – Sgobbare ma senza il collare – La passione del passatempo – L’atleta che ha tempo – Longevità femminile – Di nuovo vestito – Amore della memoria – In corsa il cervello – L’espressione è giovane – Da singolo vivo non solo -Partire per gli antipodi – Lo strappo d’argento – È nuova giovinezza – Cinquantanove insieme – Cento di questi anni – Due volti dopo il mio – Amore stagionato – Chiusura urbana – Ho voglia di ascoltarti – Settanta – Riaffiora – La collana di Maria- Un campione a ottanta – Avanti cento –  200270430 Evitare la tristezza 24

Campione a ottanta?
Settanta ora nuoto distendo le spalle
sblocco la schiena ho meno dolori
mi alzo e mi piego mi forzo nel moto
combatto stanchezza pigrizia nel fare
scrollando la sabbia della depressione
miglioro nei giorni mi sento più bravo
a ottanta un campione?


Quel nido l’ultimo viaggio

Quel nido – Come una nuvola – Dolce s’invola – Inesistente fruscio – Luccica lo sguardo – Canzone per una ragazza – Corsa tra le nuvole – Sarai con noi – Ultimo tralcio – Ma come voi non sapete? – Due novembreDopo un funerale – Ultima solitudine – Sororis Dolor –  Qui sull’asfalto è un uomo – Ringraziare il commesso

Quel nido
Ed ora che sei volato più alto
fino a perderti agli occhi
continuiamo nel nostro pesante
battito di ali incapaci di salire
ignorando quel nido finale
di cui immaginiamo solo
il colore della speranza

Ce nid
Et maintenant que tu as volé plus haut
jusqu’à te perdre des yeux
nous continuons dans notre lourd
battement d’ailes incapables de s’élever
Ignorant ce nid final
pour lequel nous n’imaginons
que la couleur de l’espérance
traduit par Jean-Matthieu Domon

LUCIANO GASPARI Ritagli d’anima da Il filo di lana








(Visited 24 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *